Wor(l)d of Morrissey
  We're back! Welcome to the world of Morrissey's lyrics.

This site and all of the work made to update it are dedicated to my beloved friend MaCa65 who suddenly left this lonely planet
and me without words. Throughout the short stretch of time that we have been given to spend together as close friends, we shared many things,
thoughts and passions. Back in 1983, together we discovered a band called The Smiths and together since then, we followed Morrissey's career
as one of most influential and inspiring singer/artist/poet of our age. Maca65 has been a strong supporter when I first launched WoM,
so this is and will always be entirely for you, my friend. -- David

Home
News
Lyrics
Lyrics Updates
Who's Who
Literary Treasure Hunt
LTH Form
Links
Contact
Copyleft
Full-Text Lyrics Search
Albums
[b-sides]
[covers]
[singles]
[unreleased]
Beethoven Was Deaf
Bona Drag
Greatest Hits
Hatful Of Hollow
Kill Uncle
Live At Earls Court
Louder Than Bombs
Low In High School
Maladjusted
Meat Is Murder
My Early Burglary Years
Rank
Rare Tracks
Ringleader Of The Tormentors
Southpaw Grammar
Southpaw Grammar (LE)
Strangeways, Here We Come
Swords
The Queen Is Dead
The Smiths
The World Won't Listen
Vauxhall And I
Viva Hate
World Of Morrissey
World Peace Is None Of Your Business
Years Of Refusal
You Are The Quarry
Your Arsenal


© 2003-2019
David LM
Some Girls Are Bigger Than Others

From the ice-age to the dole-age
there is but one concern
I have just discovered

Some girls are bigger than others
some girls are bigger than others
some girls' mothers are bigger than other girls' mothers

As Antony said to Cleopatra
as he opened a crate of ale
oh I say

Some girls are bigger than others
some girls are bigger than others
some girls' mothers are bigger than other girls' mothers

[On the shopfloor
There's a calendar
As obvious as snow
As if we didn't know..]

Send me the pillow
The one that you dream on
Send me the pillow
The one that you dream on
And I'll send you mine...


The Anthony and Cleopatra referred to seem to be taken from the classic "Carry on Cleo". The coda is in part borrowed from Johnny Tillotson's 1962 hit "Send Me The Pillow You Dream On".

The chorus means exactly what you think it means. Morrissey said that for years he had never realised that, um, some girls are bigger than others. That is all that one can say about girls, the lyrics ironically suggest. Evidently enough, he did not look at them too much. As Morrissey explains: "I do want to write about women. The whole idea of womanhood is something that to me is largely unexplored. I'm realising things about women that I never realised before and 'Some Girls...' is just taking it down to the basic absurdity of recognising the contours one's body. The fact that I've scuttled through 26 years of life without ever noticing that the contours of the body are different is an outrageous farce!"

The live version often had an extra verse, a bit obscure, to wit: [On the shopfloor There's a calendar
As obvious as snow
As if we didn't know..]

It is not known if the curious fade in/out at the start of the song has been created on purpose. Sound engineers and producers often "spoil" mixes they send to record companies so they cannot be used. The most common way of doing this is by whacking the faders down to just below half (to throw to haywire the noise reduction systems) within the first 30 seconds - just as in "Some Girls". It means the client gets a good idea of the mix but also something totally unreleasable. Normally this is done to ensure payment for a track. My only guess is that production on all aspects of TQID was so behind schedule, and Rough Trade were in such a hurry to get it out, they didn't bother to check the master too thoroughly.

This theory however was denied by "The Queen Is Dead" producer Stephen Street, who admitted he created the unusual effect on purpose: "The effect was supposed to be like the music's in a hall somewhere, it goes away, then it comes back and it's nice and clean and dry. A bit like opening a door, closing it, then opening it again and walking in".



Album: The Queen Is Dead
Year of Publication: 1986
Lyrics: Morrissey
Music: Johnny Marr

last update: 24.06.2018

Do you have additions and/or corrections about the lyrics or comments?
Please send them in! or
Write on the Message Board of these lyrics! or
Read the Message Board about these lyrics!
Certe ragazze sono pił grandi di altre

Dall'era glaciale fino all'era della disoccupazione
Non c'è che una sola preoccupazione
Io l'ho appena scoperta

Certe ragazze sono più grandi di altre
Certe ragazze sono più grandi di altre
Le madri di certe ragazze sono più grandi delle madri di altre

Come Antonio disse a Cleopatra
mentre apriva una cassa di birra
Oh, anch'io dico:

Certe ragazze sono più grandi di altre
Certe ragazze sono più grandi di altre
Le madri di certe ragazze sono più grandi delle madri di altre

[Sul pavimento del negozio
c'è un calendario
chiaro come il sole
come se non lo sapessimo..]

Mandami il cuscino
Quello su cui sogni
Mandami il cuscino
Quello su cui sogni
Ed io ti manderò il mio...


dole-age: 'dole' colloq. in Inghilterra è il sussidio di disoccupazione. Le cifre sulla disoccupazione nel Regno Unito durante il governo Thatcher della metà degli anni Ottanta erano ancora molto poco incoraggianti.

Il riferimento ad Antonio e Cleopatra sembra sia tratto dal classico "Carry on Cleo" ma nel film non vi è alcuna scena in cui Antonio apre una bottiglia di birra. Le parole della parte finale del testo, ascoltabile nell'album ma non riportate nel testo ufficiale del disco, è tratta da una hit del 1962 di Johnny Tillotson, "Send Me The Pillow You Dream On".

Il ritornello significa esattamente quello che sembra dire... Morrissey ha detto per anni che non si era mai accorto che, ehm, alcune ragazze sono più grandi di altre. Questo è tutto ciò che c'è da dire sulle ragazze, ironicamente, secondo il testo. Evidentemente non le aveva guardate molto da vicino. Queste le sue parole: "Voglio scrivere delle donne. La stessa idea dell'essere donna è qualcosa di ampiamente inesplorato per quanto mi riguarda. Sto comprendendo cose sulle donne che non avevo compreso finora e 'Some Girls...' riduce tutto all'assurdità di base nel riconoscere i contorni di un corpo. Il fatto che abbia attraversato velocemente 26 anni di vita senza neppure notare che i contorni del corpo sono diversi da persona a persona è una farsa scandalosa!"

La versione cantata dal vivo spesso conteneva una strofa supplementare, abbastanza oscura, vale a dire:

[Sul pavimento del negozio
c'è un calendario
chiaro come il sole
come se non lo sapessimo..]

Non è chiaro se le curiose dissolvenze graduali del volume all'inizio del brano siano state inserite di proposito. Spesso gli ingegneri del suono e i produttori "deturpano" i missaggi che spediscono alle case discografiche in modo che non possano essere usati per la stampa. La maniera più comune per far questo è quella di buttare giù i fader del volume ad appena sotto la metà (per fare impazzire i sistemi di riduzione del rumore) entro i primi 30 secondi - proprio come avviene in "Some Girls". Ciò significa che il committente ottiene una buona idea di come sarà il missaggio ma allo stesso tempo qualcosa di completamente impubblicabile. Normalmente questo si fa per avere la certezza di essere pagati. E' possibile che la produzione di The Queen Is Dead fosse molto indietro rispetto al dovuto e che la Rough Trade avesse fretta di fare uscire l'album e così le dissolvenze di "Some Girls" possono essere sfuggite durante il controllo del master.

Questa teoria è stata poi negata dal produttore dell'album Stephen Street, che ha ammesso di aver creato l'insolito effetto di proposito: "L'effetto doveva essere come se la musica fosse in una sala da qualche parte, va via, poi torna ed è bella, pulita ed asciutta. Un po' come aprire una porta, chiuderla e poi aprirla di nuovo ed entrare dentro".



Album: The Queen Is Dead
Anno di pubblicazione: 1986
Testo: Morrissey
Musica: Johnny Marr

ultimo agg.: 24.06.2018

Avete correzioni alla traduzione, aggiunte al commento e alle note?
Allora scrivete! oppure
Scrivete sul Message Board di questo testo! oppure
Leggete i commenti degli altri visitatori su questo testo!